Home » Benessere » Psicologia: il gran caldo ci fa impazzire

Psicologia: il gran caldo ci fa impazzire

Il gran caldo di questi giorni forse non ci ucciderà, fisicamente, ma potrebbe portarci a un altro tipo di morte. Quella sociale. Quando le temperature si alzano così tanto, infatti, il disagio è talmente grande che i nervi sono a fior di pelle e qualunque cosa ci infastidisce, ci irrita, ci fa venir voglia di urlare. Gli esperti ne sono convinti.

Il caldo torrido potrebbe essere responsabile dell’aumento di episodi di violenza, primi fra tutti gli omicidi “scatenati da futili motivi”, e ne stiamo sentendo tantissimi in questi giorni: ci si accoltella per un parcheggio, ci si spara per la musica troppo alta, ci si prende a bastonate per uno sguardo in più alla compagna … tutte azioni commesse magari da personaggi solitamente miti e tranquilli. Il caldo favorisce quella che gli psicologi chiamano “degenerazione emotiva” e questa ci porta a perdere il lume della ragione per pochi fatali istanti. Il raptus omicida, l’incapacità di intendere di pochi secondi ci costa una vita intera. Lo conferma anche uno studio della università americana di Berkeley: con un aumento di appena 2 gradi della temperatura, aumentano gli omicidi del 15%. Provate a fare i calcoli in proporzione…
E allora siamo saggi, proteggiamoci dal troppo calore per il bene del nostro cuore ma anche del nostro cervello. La follia di un minuto di nervi non può distruggere la vita di chi commette un azione sconsiderata e di chi la subisce.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico