Home » Benessere » Il "selfie" del medico in sala parto diventa una moda

Il "selfie" del medico in sala parto diventa una moda

Lui è finito sotto accusa e rischia pure il carcere, ma il suo “selfie in sala parto” è diventata una moda universale, in questo mondo virtuale senza regole nè pudore. Lui è il medico venezuelano Daniel Sanchez che si auto-riprende mentre lavora e, come se ciò non fosse già di cattivo gusto, commette due errori etici veramente grossi.

Prima “ricatta” la paziente, sfinita sul lettino, dicendo che non le avrebbe dato in braccio il bebé se non prima gli lasciasse scattare un selfie e in secondo luogo, dopo lo scatto, tergiversa ancora con un filmino nel quale spiega come ricostruire una vagina devastata dal parto. La scenetta è finita in rete e la gente non ha gradito. In Venezuela puntano il dito contro di lui 4000 persone che hanno firmato una petizione molto chiara e dura.
Ma tanti altri, invece, hanno apprezzato al punto che in pochi giorni si sono moltiplicati i “selfie” di medici, infermieri, mamme e papà dentro la sala parto durante l’evento o subito dopo, tutti collegati dall’hashtag #deliveryroom (sala parto) e che paradossalmente, nonostante le buone intenzioni, tolgono attenzione al vero protagonista, il nuovo nato, per riversarla su questi adulti dal cervello completamente annebbiato dal mondo web, capaci di perdersi anche l’ultima vera intensa emozione della vita.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico