Home » Benessere » Cina: primo trapianto al mondo di calotta cranica 3D

Cina: primo trapianto al mondo di calotta cranica 3D

La Cina ci prova, insiste. Nonostante le polemiche sull’azzardo eccessivo di alcune trovate scientifiche loro vanno avanti e in qualche modo cadono sempre in piedi. Ora sono arrivati al primo trapianto al mondo di calotta cranica in 3D! L’intervento è stato eseguito su una bimba di tre anni, di nome HanHan.

La bimba era nata con un idrocefalo congenito, malattia che accumula liquidi in eccesso nel cervello causando il coma e la morte. Inoltre, dato che il volume della testa aumenta a dismisura, rischiava anche la rottura delle ossa del cranio. L’operazione era necessaria, e i genitori di HanHan hanno fatto enormi sacrifici per racimolare i 500.000 yuan necessari per le spese mediche, anche grazie a donazioni online. Dopo aver sottoposto la piccola allo svuotamento del cranio, rimuovendo tutta la calotta superiore, bisognava ricostruire tutto. A questo ha pensato la ormai nota stampante 3D.

Si è prima progettato il calco basandosi sulle radiografie e le TAC, quindi la stampante 3D lo ha creato con una speciale lega al titanio. La nuova calotta è stata inserita nella testa della piccola e su questa è stata impiantata la pelle. I capelli probabilmente cresceranno più in là, o forse non cresceranno affatto, ma quel che conta oggi è che HanHan è viva, sta bene, ha ancora un cranio sulle spalle e potrà riprendere la sua vita normale. E conta anche sapere che abbiamo una certezza in più, in materia di trapianti. La possibilità di creare parti mancanti assolutamente perfette.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico