Home » Benessere » Tecnologia senza fili per curare Parkinson, sordità e cuore

Tecnologia senza fili per curare Parkinson, sordità e cuore

La tecnologia wireless ci permette di rivoluzionare molti aspetti della nostra vita. Usare il computer anche per strada, usare dispositivi medici (apparecchi per l’udito, pace-maker) senza cavi o centraline con batterie … ma, cosa più importante, anche combattere malattie gravi in modo indolore e rapido. Come avviene con il Parkinson.

L’idea è nata dalle menti geniali di un gruppo di giovani ricercatori italiani, presso il Centro di Micro-BioRobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia con sede a Pontedera e con la collaborazione dell’Istituto di BioRobotica del Sant’Anna di Pisa e della Università di Tokyo (Giappone). Partendo da uno studio sulla stimolazione neuronale, i ricercatori hanno messo a punto un macchinario in grado di controllare le fasi della malattia senza bisogno di elettrodi o di cavi da inserire nel cervello. Un sistema wireless, appunto, non invasivo, sicuro… che tiene lontani pericoli di infezione o allergia.

Grazie all’analisi dei canali della membrana cellulare si è dimostrato come la piezoelettricità delle nanoparticelle sia il requisito fondamentale per ottenere l’eccitazione neuronale e che è possibile ottenere questo col potere delle onde, con le comunicazioni spaziali senza fili. Questo consentirà di curare il Parkinson ma anche problemi come la rigenerazione del nervo periferico e la stimolazione sensoriale del nervo acustico e più in là, perchè no, anche la stimolazione positiva del tessuto cardiaco.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico