Home » Benessere » Alzheimer: entro il 2018 un farmaco efficace

Alzheimer: entro il 2018 un farmaco efficace

Tra alcuni anni, forse 3 in tutto, potremmo aver registrato un enorme passo avanti nella lotta contro il morbo di Alzheimer. Lo annuncia l’azienda Eli Lilly che produce il Solanezumab, un farmaco che pare stia dando risultati veri ed efficaci nel rallentare i sintomi di questo male. E’ un farmaco che si basa su una molecola in grado di agire sui processi base dell’Alzheimer, modificandoli e rallentandoli al punto da restituire al paziente un minimo di vita normale.

I test sono stati condotti prima sugli animali, ma da qualche tempo sono già in atto su esseri umani, quindi i risultati sono molto più attendibili di altre ricerche simili. Secondo gli esperti dell’Università di Edimburgo -che sta conducendo lo studio- la molecola base del nuovo farmaco si lega proprio alla amiloide quando è ancora solubile e dunque la spazza via prima che diventi placca cerebrale. Inizialmente si era pensato al farmaco come palliativo per i soggetti con Alzheimer avanzato, ma oggi si è visto che potrebbe funzionare bene anche su chi ha la malattia agli inizi… o per prevenirla.

Lo studio, che è ancora in corso, si concluderà a fine anno. Poi comincerà l’iter per l’approvazione. Dovrà passare l’esame dell’agenzia farmaci inglese, poi essere valutato dal NICE (istituto nazionale per l’eccellenza clinica), quindi se tutto va bene immesso in commercio e infine diffuso in Europa. Per l’Italia, ovviamente, si attenderà il via libera dell’AIFA e prima di allora non lo vedremo nelle nostre farmacie. Ma tutto questo dovrebbe avvenire entro il 2018, per la gioia di medici ma soprattutto familiari dei malati.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico