Home » Benessere » Neonata morta a Catania: sotto indagine tre medici

Neonata morta a Catania: sotto indagine tre medici

Si torna a parlare della piccola Nicole Di Pietro, nata e morta in poche ore alla clinica Gibiino di Catania. La bimba, che alla nascita necessitava di immediata assistenza, non ha trovato né in quella struttura né altrove un posto libero in Terapia Intensiva. Morì durante il trasferimento verso Siracusa. Oggi la Procura di Catania ha messo sotto indagine tre medici dell’equipe che assistette la madre durante la nascita della bimba.

Il problema non è solo la morte prematura della piccola quanto il sospetto che siano stati nascosti dei dati, delle informazioni per mascherare alcuni errori. Tramite un video del parto e le dichiarazioni di alcuni testimoni si sta ricostruendo quel che accadde nelle ore immediatamente seguenti alla nascita di Nicole. Mancarono strumenti? Mancò l’impegno da parte degli assistenti? Furono presi provvedimenti immediati o si perse del tempo?
Il GIP vuol vederci chiaro anche in merito alle possibili condotte di inquinamento probatorio e si parla anche di reati come “falso ideologico, occultamento del delitto, omicidio colposo”. Cominceranno presto i colloqui col giudice mentre la clinica, le cui attività furono sospese da quel 12 febbraio scorso, ha ripreso a funzionare ma con molte limitazioni per quanto riguarda il reparto ostetricia.

admin

x

Guarda anche

Addio a Vincenzo Abate: fece nascere la prima “italiana in provetta”

La “sua” prima bambina oggi è una donna di 34 …. ma allora, quell’11 gennaio ...

Condividi con un amico