Home » Benessere » Cancro alle ovaie: non solo ereditario

Cancro alle ovaie: non solo ereditario

Molte forme di cancro sono ereditarie, ovvero hanno una origine genetica che si può trasmettere di padre in figlio. I tumori femminili, ad esempio, pare abbiano quasi tutti un legame con anomalie del DNA che si manifestano con queste tendenze. Ma come spesso ammonisce la scienza, non sono solo quelle le cause. Oggi uno studio inglese ci illumina di più riguardo al tumore alle ovaie.

Un gruppo di ricercatori del’Università di Leeds, infatti, ha condotto una attenta osservazione su alcuni campioni di donne che manifestavano la malattia e si è visto che non in tutte la causa scatenante era un problema genetico o ereditario. In alcuni casi è molto importante lo squilibrio proteico, e non solo per determinare la tendenza ad ammalarsi ma anche la resistenza eventuale ai farmaci che curano. Lo screening genetico ci dice già moltissimo riguardo alla malattia e ai soggetti che possono manifestarla.

Ogni volta che si attivano i recettori delle cellule avviene una assunzione di proteine di segnalazione e si stimola la proliferazione cellulare. Questo processo non avviene sempre perché non sempre si attivano i recettori. Nei malati di alcuni tipi di cancro, invece, il processo è continuo e l’assunzione di proteine non si interrompe mai. In particolare, davanti a un eccesso di proteine Plc1 e Plc2, che si legano in modo particolare col recettore cellulare, se prevale la prima si scatena la proliferazione continua che porta all’aumento della massa cancerosa.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico