Home » Benessere » Depressione dopo il parto: ecco come scoprirla per tempo

Depressione dopo il parto: ecco come scoprirla per tempo

Scoprire per tempo, prima che sia tardi, quel corto circuito che porta alcune neomamme a vivere l’esperienza del parto e delle settimane successive come un dramma invece che come una gioia. Se pensiamo che in passato, spesso, le donne si sposavano e avevano figli contro la propria volontà, eppure non soffrivano di alcuna depressione manifesta, ci si domanda dove è finita quella grinta che guidava le nostre bisnonne un tempo? E cosa si può fare per salvare le nostre figlie oggi?

Risponde la University of Virginia, con uno studio che ha forse scoperto un modo per individuare la tendenza alla depressione nelle donne incinte. Si tratta di un marcatore del sangue che individua il gene responsabile di questa ingiustificata tristezza estrema. Dopo aver esaminato 14.541 gravidanze avvenute nel corso di due anni (1991 e 1992) e i campioni di sangue prelevati durante i mesi, specialmente alla 7a e 41a settimana, si è visto che le donne con livelli di gene ossitocina (OXTR) bassi sviluppavano quasi sempre la depressione post-partum.

Quel che preoccupa, nella depressione post gravidanza, è che colpisce anche donne che mai nella vita hanno sperimentato questa esperienza emotiva. Anche le grintose e le ottimiste. Il motivo, ormai lo sappiamo tutti, è legato a un fattore fisico (il calo degli ormoni) e a uno emotivo (paura e inadeguatezza a crescere un figlio) e questo è chiaro. Quel che non è chiaro è perché viene ad alcune e ad altre no. Sapere che il gene ossitocina può funzionare da marcatore per la previsione del disturbo è certamente un incoraggiamento e un passo in avanti per cominciare a trattare il corpo della donna fin da prima che partorisca, in modo che dopo il parto non vada incontro a tristi sorprese.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico