Home » Benessere » L'eroina si combatte … con lo stress!

L'eroina si combatte … con lo stress!

L’eroina si combatte con lo stress. O meglio, con il cortisolo, chiamato anche “ormone dello stress” perché aumenta in proporzione al nostro stato di ansia, disagio e stanchezza. E’ un ormone di fatto molto utile, che aiuta a contrastare le infiammazioni e fa bene al corpo purché non venga prodotto oltre certi limiti massimi. Dal cortisolo si può forse ricavare il modo migliore per bloccare la dipendenza da eroina.

Così risulterebbe da una ricerca condotta a Basilea (Svizzera) relativa alla capacità del cortisolo a inibire in alcuni suoi aspetti la memoria. In poche parole, il cortisolo rallenta la capacità di recuperare ricordi e questo potrebbe essere un’ottima cura per i pazienti che soffrono gravi traumi psichici. Impedendo loro di richiamare alla mente episodi ansiosi o traumi del passato, li si aiuta a concentrarsi sul presente e a guarire. Lo stesso avviene con chi si droga di eroina. Il cortisolo cancella dal cervello del tossicodipendente la sensazione di piacere legata all’uso di eroina e dunque egli non la cerca più.

In un test condotto su 29 pazienti, si è visto che l’uso del cortisolo ha diminuito il desiderio di eroina del 25%, dunque un risultato molto positivo. L’unica nota stonata è che tale beneficio si aveva solo nei soggetti dipendenti da poco tempo, negli eroinomani di lungo corso non si aveva alcun effetto positivo. Dunque anche se il principio di partenza è incoraggiante, si deve capire meglio qual è l’effetto di questo ormone su chi assume eroina. Ovvero, inibisce veramente il desiderio e la dipendenza oppure aiuta solamente a sopportare meglio le crisi di astinenza?

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico