Home » Benessere » Addio 118! Arriva il numero unico per le emergenze

Addio 118! Arriva il numero unico per le emergenze

Vogliamo imitare un po’ gli Stati Uniti con quel “911” che si digita una volta sola per chiamare polizia, vigili del fuoco o ambulanze. Noi, attualmente, in Italia abbiamo molti numeri diversi… in base alle forze dell’ordine da chiamare, o se si richiede l’intervento dei pompieri, della forestale o dei medici. Spariscono per sempre 113, 115, 118 e ci si affiderà a un solo numero di emergenza, il già noto “112” usato per i Carabinieri.

La riforma della Pubblica Amministrazione, approvata ieri, prevede uno snellimento dei tempi e dei costi per quanto riguarda i servizi al cittadino. Così spariranno alcuni corpi di polizia, che verranno inglobati da altri, spariranno le lunghe file burocratiche e anche i numeri da memorizzare in caso di emergenza. Qualcuno ha mosso polemiche, dicendo che il Paese non è ancora pronto a un cambiamento così epocale, ma il Governo ribadisce che se gli italiani si sono abituati al 118 in meno di vent’anni potranno farlo anche col facilissimo 112.

Il vantaggio, appunto, oltre al risparmio di tempo e denaro sarà che con una sola chiamata si avvisano tutti gli attori principali di una scena di emergenza: il medico, il poliziotto e se necessario anche chi deve spegnere il fuoco. Sarà certamente più semplice tenere a mente un numero solo invece di due o tre, non è quello il punto dolente. Piuttosto l’organizzazione relativa a questo numero. A livello nazionale è gestito ancora dai Carabinieri, a livello regionale invece dovrà rispondere a tutte le esigenze. Una confusione che si spera sia solo momentanea.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico