Home » Benessere » Autismo: passa la legge che lo inserisce nei LEA

Autismo: passa la legge che lo inserisce nei LEA

La cura per l’autismo ora è legge. O meglio, diventa legge tutta quella serie di azioni che tutelano i malati, la loro assistenza e i loro familiari. L’autismo è una malattia difficile, misteriosa, che non si sa ancora come funzioni realmente. Chi ne soffre, in base ai diversi livelli di gravità, si chiude in se stesso, smette di comunicare, oppure comunica a modo suo… a volte diventando violento.

Il Parlamento ha voluto approvare a tutti i costi la prima legge sull’autismo, sebbene manchino ancora i fondi per metterla in pratica, per favorire e aiutare l’inserimento sociale, la diagnosi e la terapia a seconda dei casi. L’autismo entra a far parte dei Livelli Essenziali di Assistenza, con un maggior coinvolgimento della ricerca. Soddisfatta il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che vede la realizzazione di “un complesso lavoro collettivo, svolto insieme ai rappresentati della comunità scientifica e delle associazioni e delle famiglie”.

La legge è una legge quadro che conta 6 articoli, che prevede un aggiornamento triennale e che coinvolge adulti e bambini. Fino a poco tempo fa si pensava che l’autismo riguardasse solo i bambini, ma un film come “Rainman” (con Dustin Hoffman e Tom Cruise) ha aperto al mondo gli occhi sul disturbo autistico negli adulti. Oggi si presta più attenzione al trattamento di questi malati e soprattutto si presta attenzione alla diagnosi. Si stanno sperimentando cure che potrebbero avere effetti sulla malattia quando ancora è all’inizio e bisogna verificare se ciò sia vero. Con la precocità della diagnosi questo può avvenire. E con l’aiuto della nuova legge, forse avverrà più presto.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico