Home » Benessere » "Fototerapia" per combattere la sclerosi multipla

"Fototerapia" per combattere la sclerosi multipla

Ammalarsi di sclerosi multipla e raccontarlo con le fotografie. E’ questa l’idea rivoluzionaria venuta a una paziente che da un anno combatte con questa malattia degenerativa che per forza di cose le ha sconvolto la vita. Perché viene e come si cura, non si sa ancora. Quanto lascia da vivere, non si sa nemmeno questo, varia da soggetto a soggetto. Ma annullarsi nella disperazione certo non aiuta.

Così Egle Picozzi ha preso in mano la macchina fotografica e ha realizzato un portfolio-mostra intitolato “SM” (sclerosi multipla) sperando che l’esternare problemi e angosce date da questo male l’aiuti a esorcizzarlo e a viverlo meglio che può. La fotografia come terapia, non solo fisica ma anche e soprattutto psicologica. “Ho deciso di giocare con la malattia, di imparare a conoscerla, accoglierla, studiarla e, perché no magari guarirla”.
L’arte alimenta il buon umore e con esso la speranza e la fiducia, importantissimi per resistere. Protagonista degli scatti è la stessa Egle, che cambia situazione e abito in base al luogo in cui si trova ma sempre nella stessa posizione a indicare sia la noia del sentirsi bloccata in casa sia il dramma di un corpo che si paralizza giorno dopo giorno. Fotografando la malattia attraverso questi scenari, Egle sta imparando ad accettarla, a “farsela amica”, come dice. Un’amica che però non deve farle troppa pena, perché prima o poi dovrà essere sconfitta e annientata!

admin

x

Guarda anche

Meditazione: ecco perché a volte fa male

Gli occidentali la stanno riscoprendo ora, dopo il boom degli anni Sessanta e un lungo ...

Condividi con un amico