Home » Benessere » Ritorna la peste. Infettato bambino a Yosemite Park

Ritorna la peste. Infettato bambino a Yosemite Park

Davvero credevamo che la peste appartiene al passato? La notizia è di qualche giorno fa e non è neanche l’unica del suo genere. Già nel 2006 in California si era verificato un caso di contagio da peste bubbonica, poi risolto senza problemi. Ora il fatto è avvenuto in uno dei luoghi più turistici degli USA, lo Yosemite National Park.

La peste, in passato, nasceva dal morso dei topi o dalla puntura di alcuni tipi di insetti che proliferavano nelle periferie sporche, dove tutti vivevano ammassati in ambienti poco igienici e facili alle infezioni. Una volta create le fogne e bonificati i quartieri a rischio, la peste in Europa è sparita. Ancora però si manifesta in alcune regioni del mondo dove le condizioni igieniche sono scadenti, o dove i topi sono liberi di passare dalle campagne alle città. Forse è stato il morso di un topo, o la puntura di una zanzara venuta a contatto con un roditore infetto, la causa del contagio avvenuto a Yosemite.

Vittima un bimbo di Los Angeles in gita con la famiglia al parco nazionale di Yosemite. Segreto assoluto sul nome della famiglia, ovviamente, per non creare panico. Il bimbo è stato subito preso in cura ed è attualmente sotto controllo mentre le autorità stanno avviando indagini in tutto il parco per capire se si è trattato di un caso isolato o se ci sono altri focolai di contagio in giro per Yosemite. La peste è causata da un batterio che infetta il sangue causando coaguli e blocchi vascolari che sono alla base delle “pustole” e della cancrena che ne consegue.

admin

x

Guarda anche

Bimba nata grazie a trasfusione “in utero”

Se pensavate che i gruppi sanguigni sono “solo cinque” (A, B, AB, 0RH+, 0RH- )state ...

Condividi con un amico