Home » Benessere » Allarme annegamenti: gli italiani non sanno nuotare

Allarme annegamenti: gli italiani non sanno nuotare

Italiani, popolo di santi e navigatori. Ma i discendenti di questi coraggiosi navigatori non sanno nuotare. Lo dicono le statistiche oltre che i tristi fatti di cronaca di ogni estate: un italiano su tre non sa nuotare, più del 60% dei cittadini di questo Paese di mare non sa barcamenarsi tra le onde.

Preoccupante l’indagine diffusa dall’Istituto Piepoli, ideata dal campione mondiale di apnea estrema Nicola Brischigiaro, che hanno voluto diffondere lo spot pubblicitario «Con tuo figlio, in acqua, devi sempre sapere cosa fare». Il messaggio è rivolto ai genitori perché siano sempre pronti a una eventuale emergenza di annegamento ma soprattutto perché educhino i figli al mondo acquatico. I bambini, se messi fin da piccolissimi dentro il mare, imparano a nuotare presto e soprattutto non avranno paura dell’acqua. La paura e il panico sono da evitare, quando insorgono difficoltà in mare. Se il 70% degli italiani dichiara di non saper nuotare, altrettanti non sanno tener gli occhi aperti sott’acqua, molti altri non sanno usare correttamente il boccaglio della maschera e pochissimi sanno come si soccorre una persona in difficoltà a mare.
Imparare a nuotare è importantissimo perché nel nostro Paese l’acqua è un elemento onnipresente. Ma essere pronti al soccorso è altrettanto importante, perché a volte non c’è tempo di aspettare i soccorsi, specialmente se si tratta di bambini in difficoltà. Il 94% degli italiani riconosce queste lacune e dichiara che l’educazione al nuoto e al soccorso sono elementi verso i quali sensibilizzare più persone possibile.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico