Home » Benessere » L'ormone dello sport, forse la base per nuove terapie anti-obesità

L'ormone dello sport, forse la base per nuove terapie anti-obesità

Esiste un ormone che facilita la nostra capacità di movimento e ci aiuta a dimagrire. E’ la IRISINA ed è stata individuata alcuni anni fa nei topi. La chiamano anche “ormone dello sport” perché risiede nei muscoli scheletrici, i primi coinvolti nel movimento con l’attività agonistica ma anche perché l’effetto di questo ormone è in grado di accelerare il metabolismo.

Oltre a far bene a muscoli e ossa fa bene anche al cervello e al cuore, che si ossigenano in modo corretto. La Irisina è stata individuata, dopo gli appositi test sull’uomo, in una decina di persone giovani (circa 25 anni) sottoposte ad attività sportiva in tempi e momenti diversi, ma anche a ritmi diversi nel corso di 12 settimane. Si è così visto che l’Irisina è presente con 3,6 nanogrammi/ml nel plasma delle persone sedentarie mentre negli sportivi il livello sale a 4,3 nanogrammi/ml.

Al tempo della sua prima scoperta si disse che la Irisina agiva sulle cellule adipose “convertendole in grasso bruno, che funziona da deposito”, ma col tempo si è visto anche che essa ha un’azione importante nell’accelerazione del metabolismo, aiutando insomma il soggetto a bruciare i grassi. L’Irisina stimola il metabolismo anche da fermi ma chiaramente se ci si muove e si fa sport costantemente la si aiuta in questo compito e si innesca un circuito benefico che porta all’aumento della voglia di sport, all’aumento del nutrimento e all’aumento delle calorie che si bruciano ogni giorno. Potrebbe essere la base per il futuro di nuove terapie anti obesità.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico