Home » Benessere » Mal di pancia di massa: nel bolognese, e-coli in acqua

Mal di pancia di massa: nel bolognese, e-coli in acqua

Qualcuno forse l’aveva scambiata per la classica influenza estiva che attacca lo stomaco, ma quando ci si è resi conto che un intero paese era a letto in preda a crampi, diarrea e vomito si è capito che qualcosa non andava. Gastroenterite di massa nel comune di Lizzano in Belvedere, in provincia di Bologna. Almeno 50 persone in ospedale e tante altre a casa sotto cura.

Le indagini hanno svelato subito l’arcano mistero: contaminazione batterica nell’acquedotto comunale. La presenza di escherichia coli ha confermato che la contaminazione è avvenuta con rifiuti fognari ma si deve ancora capire come mai. Ricordiamo che escherichia coli e altri batteri simili sono ormai resistenti alle cure e quindi le malattie che causano possono durare più dei tre giorni previsti.

Nel frattempo il comune è corso ai ripari come poteva. Con una ordinanza si impone ai cittadini di bollire l’acqua prima di utilizzarla, anche perché le analisi della ASL stanno dimostrando che la contaminazione interessa solo alcuni punti dell’acquedotto e dunque l’intervento immediato sta cancellando il pericolo in breve tempo. Ma nell’attesa che i mezzi comunali depurino le acque nel loro totale, la gente deve prendere le dovute precauzioni per evitare un’estate di mal di pancia.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico