Home » Benessere » Appello per la donazione di sangue nelle località turistiche

Appello per la donazione di sangue nelle località turistiche

Alcuni soffrono di talassemia (anemia mediterranea), altri si stanno sottoponendo a un intervento, altri ancora sono reduci da incidenti. Sono tutte persone che non andranno né al mare né in montagna, questa estate, e che anzi rischiano di morire in attesa di un dono: il sangue.

Più forte che mai, quest’anno la carenza di sangue si fa sentire soprattutto nelle località di forte richiamo turistico. In un mondo in cui sembra che la solidarietà sia in drammatico calo non si trovano più volontari disposti a regalare 15 minuti del loro tempo per una donazione che potrebbe salvare vite umane soprattutto in un tempo morto come l’estate. E così in Sardegna, Sicilia, Puglia, Toscana ed Emilia Romagna gli appelli delle associazioni come AVIS, Fratres, ALT (Associazione per la Lotta alla Talassemia) e UNITED (Unione Associazioni per le Anemie Rare la Talassemia e la Drepanocitosi) continuano a chiedere generosità, anche sulle spiagge.
Al di là dei talassemici che, nel nostro Paese, sono 6.000 con necessità di trasfusioni costanti, ogni due settimane circa, molte altre persone sono in forte bisogno di sangue. Non escluse anche alcune donne che hanno appena partorito e subito una emorragia, casi rari ma non impossibili. Le occasioni per donare ci sono e le motivazioni anche. Manca solo la buona volontà, che speriamo ritorni con il ritorno delle brezze fresche che rilassano corpo e mente. “

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico