Home » Benessere » Nuovo intervento record su neonata a Torino

Nuovo intervento record su neonata a Torino

Brutta parola, mielomeningocele! Ancor più brutti gli effetti che sotto questo nome si indicano sul corpo umano, al punto che una bimba nata con questa malformazione è stata abbandonata dai genitori, troppo sconvolti per volerla anche solo abbracciare. Il mielomeningocele porta a una mancata saldatura degli archi vertebrali posteriori con conseguente fuoriuscita delle meningi e del midollo spinale e tutti i possibili danni fisici e neurologici che si possano immaginare.

E’ successo a Torino, ma per fortuna della bimba è successo in uno degli ospedali più attrezzati e all’avanguardia, che di recente fa tanto parlare di sé, il Regina Margherita. Si è proceduto quindi a un intervento multiplo sulla bimba, con la collaborazione di Subintensiva Neonatale e Chirurgia Plastica Pediatrica oltre che dei migliori anestesisti e infermieri della struttura. Così, con un lungo e attento lavoro, si è cercato di tamponare il grave danno fisico applicando una tecnica nuovissima, almeno per il reparto neonatale. Si è deciso di applicare delle “membrane amniotiche” -ovvero un materiale anti infiammatorio e rigenerativo- sulla parte non saldata della colonna.

Le membrane amniotiche permettono una rapida integrazione del tessuto nel corpo, abbassando al minimo il pericolo di rigetto e permettendo allo stesso tempo la ricostruzione delle cellule della parte mancante. In questo modo si potrà contenere di nuovo la fuoriuscita del materiale cerebrale e sperare che almeno parte dei danni possa rientrare. Ancora è presto per pronunciarsi, ma certamente la bimba sta reagendo bene fino ad oggi e questo fa ben sperare. Torino ancora una volta in prima pagina per interventi chirurgici record che rivoluzionano la storia medica italiana.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico