Home » Benessere » Intervento unico al mondo: cuore artificiale a un trapiantato, in Italia

Intervento unico al mondo: cuore artificiale a un trapiantato, in Italia

Storia complessa quella del giovane trapiantato che a Padova, insieme all’equipe del professor Gerosa, ha scritto suo malgrado una pagina di storia medica. Il giovane paziente aveva subito a 15 anni un trapianto di cuore ma i farmaci anti rigetto che doveva assumere costantemente hanno avuto come effetto collaterale lo sviluppo di un tumore, il linfoma.

Da qui la chemioterapia e nuovi danni al cuore nuovo di zecca. Il rischio era sottoporsi a un nuovo trapianto per poi subire lo stesso calvario, dunque si è deciso di tentare con i nuovi cuori artificiali. Il problema -con questi- è stato sempre legato alle misure. Erano standard e quindi non adatti al torace delle donne o degli adolescenti. Stavolta invece si è usato un modello nuovo, un cuore artificiale totale CardioWest 50 cc, grande come un mandarino e dunque adattabile a toraci piccoli.

E’ il primo trapianto del genere in Italia e, nel mondo, è il primo in assoluto ad essere applicato a un ragazzo già trapiantato! Si spera così di aver garantito al giovane sfortunato paziente un cuore che non avrà bisogno di quel carico di medicinali anti rigetto e dunque di aver scongiurato il pericolo di un altro tumore. Un fisico tanto provato non si può mettere ancora a rischio ed è già un doppio miracolo che sia sopravvissuto, in quelle condizioni, a questo nuovo intervento. Ora che la storia è stata scritta, si spera che il giovane protagonista potrà anche narrarla ai propri figli … in un futuro radioso.

admin

x

Guarda anche

In cerca di un donatore per bimba con rarissima leucemia

Una bimba italiana di soli 3 anni e già impegnata in una guerra terribile e ...

Condividi con un amico