Home » Benessere » Storico trapianto a Pisa su un paziente in coma

Storico trapianto a Pisa su un paziente in coma

Un nuovo evento storico nel panorama della medicina italiana che finalmente “osa” un po’ di più. A Pisa è stato eseguito un trapianto di fegato su un paziente in coma, in condizioni di estrema gravità, quindi. Si tratta di una mossa coraggiosa finora eseguita rarissime volte, tanto che i casi in letteratura si contano sulle dita di una mano.

Il paziente, un agricoltore colto da malore durante il lavoro nei campi, era stato ricoverato in grave sofferenza cardiaca e subito intubato e posto in rianimazione. Ma il giorno seguente si è visto che il fegato non funzionava quasi più e in quelle condizioni significava sicuramente la morte. Ma il rischio di morire rimaneva alto anche se si fosse sottoposto a qualsiasi intervento risolutivo. A quel punto, data la drammatica situazione, si è scelto di rischiare.

Il fegato è stato subito disponibile, grazie alla rete di comunicazione tra gli ospedali toscani, e l’intervento di trapianto è cominciato per durare diverse ore. C’è voluto un giorno e mezzo per risolvere la situazione ma tutto pare andato a buon fine. Nonostante le gravissime condizioni del paziente, infatti, questi ha superato la fase critica sotto i ferri e ora, col fegato nuovo, sta meglio. Bisognerà sperare che non sopraggiungano crisi di rigetto o altre complicazioni collaterali per dire con certezza che l’intervento è riuscito. A eseguire la storica operazione la equipe dell’ospedale Santo Stefano, diretta dal professor Franco Filipponi, con l’aiuto dei chirurghi Paolo De Simone, Giovanni Tincani, Emanuele Balzano e Erion Rreka e dell’anestesista Massimo Esposito.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, fertilità maschile messa a rischio dal rumore

La fertilità maschile messa a rischio dal rumore. L’allarme arriva da uno studio condotto dall’università ...

Condividi con un amico