Home » Benessere » La Onicomicosi, nemica dell'estate

La Onicomicosi, nemica dell'estate

E’ una delle nemiche della nostra estate, non fosse altro perché antiestetica e può rovinare la nostra vita sociale in spiaggia. La onicomicosi, però, è anche una malattia e va presa seriamente. Si tratta di una infezione causata da un fungo (tricophyton rubrum) che si sviluppa in ambienti caldi e umidi, molto spesso piscine e palestre.

Una volta entrati sotto l’unghia, essi vengono “nutriti” dall’uso continuo di scarpe chiuse e di calzini, e l’umidita che genera il calore della pelle a contatto con i materiali delle calzature permette al fungo di avviare la sua opera distruttiva indisturbato. Le unghie infette cambiano subito colore, diventano gialline o anche marroni e verdastre, e si sgretolano. Non è una patologia dolorosa, ma è fastidiosa a vedersi e a sentirsi.

Infatti, questa morte delle cellule dell’unghia può anche causare cattivi odori. La diagnosi certa può farla solo il medico, uno specialista che analizzi un frammento di unghie e prescriva in tempi brevi i farmaci necessari a debellarla. I tempi di guarigione sono un po’ lunghi, infatti l’unghia cresce di un decimo di millimetro al giorno, per cui per un rinnovo completo delle unghie dei piedi occorrono circa 10 mesi. Le terapie possono anche essere sotto forma di pomate, di smalti o soluzioni per pediluvio. Dopo di che, tocca a voi fare prevenzione per il futuro e stare molto attenti a non camminare scalzi soprattutto in piscina e palestra.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico