Home » Benessere » Nuove cure per il morbo di Crohn?

Nuove cure per il morbo di Crohn?

Il morbo di Crohn è una infiammazione intestinale abbastanza seria, dalla causa ignota e dalla ancor più ignota soluzione. In certi casi è una conseguenza di intolleranze, in altri casi deriva da attacchi batterici, o insorge senza un motivo preciso. Quel che è certo è che chi ne è affetto deve cambiare radicalmente abitudini alimentari e combattere con bruciori, diarrea o forti dolori da controllare solo tramite farmaci.

La ricerca si sta impegnando da anni per trovare il modo di dar sollievo a queste persone e a Roma, Università Tor Vergata, forse si sta giungendo alla scoperta di un metodo che funziona. Tramite un frammento di DNA che blocca la sintesi della molecola Smad7 si interrompe l’attività di un mediatore antiinfiammatorio. Il che porta il corpo a non aver difese e a cedere alla infiammazione con conseguenze serie. Una volta capito questo, a Tor Vergata si sta mettendo a punto un farmaco in grado di ripristinare l’attività di questo mediatore così da ridare la protezione giusta all’intestino dei malati di Crohn.

Dopo un periodo di sperimentazione su animali, ora è in corso il test sugli uomini. Tra i malati di Crohn già sottoposti a questo trattamento si stanno ottenendo risultati incoraggianti, soprattutto per l’assenza di effetti collaterali. Ora bisogna solo attendere le ulteriori prove a convalida dei test fino ad oggi eseguiti e forse potremo presto parlare di nuove cure, o meglio delle prime cure veramente efficaci contro questa bruttissima malattia.

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico