Home » Benessere » Epidemie: la febbre del Nilo in Italia, la peste negli USA

Epidemie: la febbre del Nilo in Italia, la peste negli USA

Siamo in pieno allarme epidemie, e l’influenza stagionale non ha ancora fatto la sua comparsa. Questa estate, risparmiata dalle febbri gastrointestinali, sta però registrando la presenza di nuove malattie. O, in alcuni casi, di malattie “vecchie” che ritornano drammaticamente alla ribalta. Parliamo della febbre del Nilo e soprattutto della peste.

Se l’Italia combatte con la febbre del Nilo, malanno portato dalle punture infette di zanzara, che sta mettendo a letto diverse persone tra Piemonte ed Emilia Romagna negli Stati Uniti il terrore dell’anno si chiama peste bubbonica, proprio quella di cui abbiamo solo letto sui libri di storia, fino a ieri. La peste negli USA è partita dal morso di uno scoiattolo infetto nel parco nazionale di Yosemite, in California, e da aprile ad oggi ci sono stati già 11 casi con 4 decessi, di cui l’ultimo ieri. Si sta cercando di trovare l’animale malato prima che contagi altri animali o altre persone, e il parco è off limits.

In nord Italia, intanto, si combatte con le zanzare e con la febbre del Nilo che molto spesso non ha sintomi pesanti ma solo dei leggeri fastidi legati alla puntura. Ma in alcuni casi può provocare febbre, nausea, vomito e problemi ai linfonodi. In casi estremi anche coinvolgimenti neurologici con ricoveri in ospedale e rischio per la vita. Sta succedendo proprio questo a un paio di anziani della provincia di Modena mentre per altri rimane attivo finora solo il sospetto della malattia, sebbene i sintomi facciano pensare certamente alla febbre africana. Le epidemie tornano a colpire un mondo che stranamente e stupidamente rinuncia sempre più a difendersi, diffidando di medici, farmaci e vaccini. Sarebbe il caso di cambiare atteggiamento.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico