Home » Benessere » "Ma oggi è martedì?", ecco perché confondiamo i giorni

"Ma oggi è martedì?", ecco perché confondiamo i giorni

Ricerca originale e interessante quella delle Università di York, Lincoln e Hertfordshire (Regno Unito) che ci spiegano come mai tutti…ma proprio TUTTI… tendiamo a dimenticare che giorno è. I giorni della settimana, a meno che non siano legati a eventi specifici, sono rimescolati nella nostra mente in modo confuso salvo quei pochi che per noi hanno un significato.

Questi pochi fortunati sono domenica, lunedì e venerdì. La prima per via del riposo settimanale, il lunedì per l’ansia da ripresa del lavoro e il venerdì perché anticipa il relax del fine settimana. Tutto quel che c’è nel mezzo viene confuso facilmente perché non ha un ruolo ben preciso nella nostra vita. Insomma, cos’è uno squallido martedì, un giovedì qualunque confrontato con la domenica? Il sabato ha un ruolo particolare perchè ormai tendiamo ad associarlo alla domenica come unico giorno di riposo.

Le cose cambiano se siete studenti, oppure se avete un lavoro che comporta una agenda ben precisa. Se dovete fare i compiti per l’interrogazione considererete il martedì, mercoledì e giovedì come giorni ugualmente importanti. Lo stesso se il lavoro vi impone riunioni, viaggi di affari o compiti ben precisi. Un’insegnante raramente confonderà le ore in 1aB con quelle in 5aC e così via. Il segreto per mantenere ben viva nella mente tutta la settimana dunque è trovare un compito diverso da fare ogni giorno, anche in casa: lavatrice il martedì, spesone il mercoledì, palestra il giovedì e così via.

admin

x

Guarda anche

Il panico dell’attacco di panico …

Esiste una malattia che forse… non esiste. E non lo diciamo per sminuire la cosa, ...

Condividi con un amico