Home » Benessere » Aumentare il seno in 30 minuti: con la chirurgia "smart"

Aumentare il seno in 30 minuti: con la chirurgia "smart"

La chirurgia estetica cambia ritmo e si adegua a quello veloce del mondo moderno. Lo fa non per stare al passo coi tempi ma per evitare postumi dolorosi o fastidiosi alle pazienti. Ormai anche questo ramo della chirurgia tende a usare sempre meno anestesie generali, per abbreviare i ricoveri e la ripresa della persona operata. La chiamano “chirurgia smart” e prevede appena 30 minuti per il rifacimento del seno.

Il nuovo segreto della mastoplastica additiva moderna è stato svelato dal suo ideatore, il dottor Pierfrancesco Bove, che insieme al collega Raffaele Rauso ha fondato il team “Chirurgia della Bellezza”. E sempre insieme hanno messo a punto questo nuovo modo di intervenire sull’aumento o la diminuzione del seno (sì, c’è anche chi odia essere formosa!) che con una semplice sedazione leggera e l’anestesia locale permette al medico di intervenire senza traumatizzare la paziente, la quale poi recupera in meno della metà del tempo previsto.

Si passa dalle 2 ore in sala operatoria ad appena 30 minuti, senza conseguenze come lo smaltimento dell’anestesia che spesso causa più danni dell’operazione stessa. Allo stesso tempo, la manipolazione più breve del seno riduce il gonfiore post operatorio e il rischio di infezioni nell’immediato futuro. La rapidità dell’intervento si adatta benissimo sia alle mammelle delle donne che a quelle degli uomini. Dovete sapere, infatti, che la chirurgia del seno riguarda anche una piccola fetta di maschi che per colpa dei chili di troppo sviluppano un “seno” troppo visibile e che risulta decisamente poco virile!

admin

3 commenti

  1. Tecnica davvero innovativa!!! Speriamo venga presto utilizzata da tutti i chirurghi ma soprattutto a prezzi accessibili!!!

  2. Salve,
    potreste piegarmi come sia possibile ridurre i tempi del post-operatorio? Si tratta comunque di un intervento, anche se i tempi di esecuzone vengono ridotti gli effetti sul corpo sono gli stessi… credo, o no?
    Grazie
    Sara

    • Grazia Musumeci

      Bisognerebbe chiederlo direttamente ai medici. Comunque è vero che molti disagi del post-operatorio derivano dai fastidi che lascia addosso l’anestesia. Con una anestesia locale questi fastidi spariscono e la persona si riprende più in fretta

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico