Home » Benessere » Ecco come la cocaina azzera le emozioni negative lasciando solo la "follia"

Ecco come la cocaina azzera le emozioni negative lasciando solo la "follia"

I giovani non riconoscono più le emozioni positive da quelle negative. Ma non solo, non riconoscono più nemmeno gli effetti nocivi di quelle droghe che le alterano. Sono tutti collegati tra loro gli elementi scoperti dalla ricerca tedesco-olandese presentata in questi giorni allo European College of Neuropsychopharmacology in corso ad Amsterdam.

Sottoponendo 24 studenti di età compresa fra 19 e 27 anni, abituati all’uso di cocaina, ad alcuni esperimenti e interviste si è provato a dar loro dosi diverse della nota polverina, mentre in alcune situazioni li si “ingannava” col placebo. Se chiamati a riconoscere le espressioni del viso di alcune persone, a seconda se avevano in corpo il placebo o la droga, la percezione cambiava in modo radicale. A circa un’ora dall’assunzione anche di una minima dose di cocaina il soggetto non distingueva più tra la paura, la rabbia, il disgusto, la tristezza e la felicità.

Fisicamente, poi, la cocaina fa aumentare la frequenza cardiaca e dei livelli di cortisolo, ovvero l’ormone dello stress. Per cui, un po’ perché resi nevrotici ed eccessivamente vivaci dalla droga, un po’ perché disabituati anche da lucidi a riconoscere le emozioni, i giovani non sapevano più dire cosa fosse tristezza, gioia o rabbia. Una condizione decisamente pericolosa, se si pensa che molte risse e molti incidenti sono causati proprio dal non saper controllare quelle emozioni, in loro stessi e negli altri. Per lo stesso motivo, i cocainomani sono sempre lucidi, attivi e ottimisti. Non riconoscono più le emozioni negative e questo è un danno, perché a volte la paura o l’ansia ci fanno fermare a riflettere.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico