Home » Benessere » Emergency torna in Italia per i poveri, italiani e immigrati

Emergency torna in Italia per i poveri, italiani e immigrati

Se esiste qualcuno che interpreta a pieno lo spirito del medico questa è Emergency. L’ente benefico creato da Gino Strada e dalla moglie ha lavorato quasi sempre all’estero, in teatri difficili come campi profughi, guerre, zone isolate, scene epidemiche, missioni. Da qualche anno, però, Emergency ha deciso di tornare in Italia, perchè le situazioni drammatiche non si trovano solo in Africa e in Medio Oriente!

Ci avevano provato qualche anno fa, a Napoli, ma un incendio aveva distrutto il loro laboratorio gratuito. Ora ci riprovano, sempre a Napoli, a Ponticelli. Un ambulatorio che mira ad aiutare tutte quelle persone che non possono servirsi delle strutture mediche convenzionali per motivi economici o perché privi di permesso di soggiorno, dunque “irregolari”. Non solo immigrati, però, anche italiani. Ogni giorno (fine settimana esclusi), dalle 9 alle 18, due medici e tre infermieri si trovano sul posto per aiutare chiunque… il povero, il drogato, l’immigrato, il disoccupato.

Un aiuto utilissimo, per molte famiglie di stranieri che essendo qui clandestinamente non possono farsi curare da un ambulatorio qualsiasi. Un aiuto prezioso però anche per i napoletani poveri che non possono permettersi il mezzo per arrivare dal medico in centro. Un aiuto enorme per gli ospedali cittadini che in questo modo smaltiscono molte visite al Pronto Soccorso in codice verde, dedicandosi meglio ai casi più gravi. Una realtà positiva che sta dando fastidio a molti, però, proprio perché impedisce alla gente di star male e di dipendere dai piccoli boss di quartiere. Si spera che il comune faccia più attenzione e protegga meglio questa iniziativa che davvero serve bene la città.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico