Home » Benessere » Diabete: da Terni, un esperimento di assistenza a distanza

Diabete: da Terni, un esperimento di assistenza a distanza

Un esperimento condotto dall’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni ha fatto scoprire a tutta l’Italia un modo nuovo di seguire i pazienti speciali, come ad esempio quelli malati di diabete. Il diabete, come si sa, ha bisogno di attenzione continua per evitare rischi gravi e non sempre il medico può essere presente nella vita dei suoi assistiti.

L’esperimento condotto a Terni invece, nel corso dell’ultimo anno, ha aiutato 70 pazienti a vivere meglio la malattia. Ciascuno di loro è stato dotato di tutti gli strumenti necessari a trasmettere al proprio medico curante i dati relativi al peso, glicemia e pressione, usando internet e collegandosi ad una piattaforma centralizzata. I dati venivano raccolti da personale specializzato, come infermieri o medici, che per 12 ore al giorno tutti i giorni (tranne il weekend) monitoravano tutti i risultati.

In caso di anomalie o allarmi, il sistema avvisava direttamente il medico che poteva così decidere rapidamente la soluzione migliore. In tal modo si è riusciti non solo a ridurre le corse al pronto soccorso ma anche le file all’ambulatorio, con notevole miglioramento della qualità della vita dei diabetici. Ne hanno beneficiato in particolare coloro che usavano microinfusori da diabete 1, le donne incinte con diabete gestazionale e i pazienti con diabete derivato dal cancro. Il risparmio, in termini di tempo ma anche di risorse economiche, è stato notevole e sicuramente da estendere a tutti i pazienti diabetici d’Italia.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico