Home » Benessere » AIDS e anziani: torna il contagio perché non usano i contraccettivi

AIDS e anziani: torna il contagio perché non usano i contraccettivi

Gli anziani fanno sesso come e quanto i giovani, e come i giovani lo fanno ormai senza alcuna protezione. I preservativi non li usa più nessuno e l’AIDS si diffonde a macchia d’olio come negli anni Ottanta. Gli anziani, tra l’altro, sono più a rischio dei giovani di contagio da HIV, ci spiegano gli esperti, che ricorderanno a tutti questo rischio durante le settimane del Benessere Sessuale (dal 28 settembre al 3 ottobre).

Lo rivela su tutti l’università australiana di Adelaide, che ha condotto uno studio su altri studi precedenti relativi al contagio. Inoltre ha anche condotto un test retrospettivo su 29.000 uomini seguiti per 13 anni … tutti di età superiore ai 60 anni. I risultati dicono chiaramente che sono in aumento le malattie sessuali, tra cui anche l’AIDS, e se aumentano in modo preoccupante tra i giovani anche gli anziani ne sono colpiti più di prima. La malattie sessualmente trasmissibili sono un rischio per i giovani perché causano danni importanti alla fertilità, mentre negli anziani possono avere complicanze anche mortali.

L’AIDS è un pericolo mortale per tutti, giovani e vecchi ed è davvero strano che non se ne tenga più conto, come una malattia dimenticata. Non fosse altro per prevenire danni peggiori nel fisico debilitato, gli anziani che hanno attività sessuale intensa devono imparare a controllarsi spesso, a informarsi meglio ma soprattutto a usare i metodi contraccettivi che non sono solo un modo per non restare incinte, che viene annullato dalla menopausa, ma una barriera utile contro ogni tipo di virus e batterio.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico