Home » Benessere » I benefici della "pillola" che protegge dal cancro per 30 anni

I benefici della "pillola" che protegge dal cancro per 30 anni

E’ buona, è cattiva, è morale, è immorale… è “la pillola”, il contraccettivo più diffuso tra le donne. Si prende per bocca e influisce sulla riproduzione evitando le gravidanze indesiderate. Purtroppo però non protegge dai contagi di malattie sessuali, per cui ultimamente era un po’ in discussione. Ma le recenti scoperte sui suoi benefici anticancro hanno un po’ rivoluzionato le cose.

Che l’assunzione della pillola protegga dal cancro, soprattutto da quello legato all’apparato riproduttivo femminile, è un sospetto che diventa sempre più realtà. Di recente, come è apparso su “Lancet Oncology”, si è scoperto che tali effetti protettivi si protraggono nel tempo anche fino a 30 anni. Nel senso che, se le donne hanno usato la pillola durante la loro vita, anche se smettono di usarla per 30 anni rimangono protette contro il cancro all’endometrio, in modo particolare. La pillola ha permesso di far prevenzione su oltre 400.000 casi di tumore endometriale nelle donne in menopausa.

Ma la cosa sorprendente è un’altra. La riduzione di rischio di tumore è stata registrata su donne che usavano la pillola negli anni Ottanta, dunque si parla di farmaci di vecchio tipo, oggi ampiamente superati e migliorati. Eppure quelli “vecchi” proteggono ancora il corpo. E questo nonostante i tanti effetti collaterali che causavano e che oggi, con i farmaci moderni, sono stati eliminati. Se funzionavano così bene le pillole anni Ottanta, figurarsi gli effetti protettivi di quelle in uso oggi. Lo sapremo fra 30 anni… o tra 40 ?

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico