Home » Benessere » Funghi, ecco le prime vittime

Funghi, ecco le prime vittime

Funghi, cominciano i problemi. E’ lo “sport” di questa stagione che dopo le piogge favorisce la nascita di molti funghi, ottimi da mangiare se si conoscono bene, altrimenti molto pericolosi, a volte anche mortali. E le prime vittime si sono già registrate in Toscana, a Siena, dove sono almeno sei le persone ricoverate all’ospedale Le Scotte.

Lo ha comunicato la locale USL 7, dicendo anche che nessuno dei sei rischia la vita per fortuna, ma un paio di loro se la vedranno brutta nei prossimi giorni e sicuramente impareranno la lezione per sempre. Intanto il personale medico si è fatto dire quali erano i funghi ingeriti, in modo da avvisare la gente e le associazioni dei cercatori di funghi.
Proprio queste associazioni, ogni anno, si premurano di distribuire i vademecum e le regole per andare “a funghi” se non si è esperti. Basterebbe leggerle per salvarsi la vita. I consigli sono pochi e semplici: recarsi dall’esperto più vicino a voi e farsi dare un catalogo con tutti i funghi, raccogliere solo quelli consigliati e comunque -nel dubbio- farli controllare al ritorno da quello stesso esperto. Il problema dell’avvelenamento da funghi non è tanto la sostanza tossica (per quella esistono gli antidoti) ma il fatto che attacca immediatamente il fegato, un organo che se non viene curato e riparato in fretta può causare conseguenze molto gravi, anche mortali. Ecco perché la prudenza deve passare davanti al senso di orgoglio o alla voglia di farsi notare dagli amici, quando si va per boschi.

admin

x

Guarda anche

Menopausa e dieta: ecco come perdere peso bene

Ingrassare in menopausa è inevitabile. Molte donne lo sanno già, altre stanno per scoprirlo. Non ...

Condividi con un amico