Home » Benessere » La strana "epidemia" piemontese dei tumori alla prostata

La strana "epidemia" piemontese dei tumori alla prostata

Che succede in Piemonte? Solo in questi primi 9 mesi del 2015 i nuovi casi di tumore alla prostata sono diventati 4240, con una incidenza di 193 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Una malattia che diventa, dunque, la prima in assoluto nei parametri medici della regione ai piedi delle Alpi. Se si fa il confronto con le altre incidenze, non regge.

I nuovi casi di tumore al polmone sono 98 su 100.000 e quelli del colon retto sono 96 ogni 100.000 abitanti, sicuramente 193 su 100.000 è un dato preoccupante, per il problema prostata. Il dramma è che di questi casi alcuni si risolveranno in decessi, altri in cure lunghissime con costi esorbitanti, altri necessiteranno di ricoveri e operazioni chirurgiche con conseguenze sul sistema sanitario abbastanza importanti. Domani, in occasione della Giornata Europea sul Tumore alla Prostata -in inglese, “Urology Week 2015”- l’ospedale Le Molinette offrirà ai pazienti controlli e incontri pubblici, dalle ore 15 in poi. Lo scopo è conoscere e far conoscere il problema, parlare con chi ha già avuto il tumore, con chi è a rischio e con chi è malato adesso. La prevenzione esiste e si può fare, ma occorre capire, anche dalle interviste e dallo studio, come mai ultimamente la malattia è così diffusa in Piemonte. I fattori ambientali possono incidere. Si tratta di capire quali e quanti sono.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico