Home » Benessere » Latte al seno: tra i benefici, aiuta anche contro l'autismo

Latte al seno: tra i benefici, aiuta anche contro l'autismo

Se l’autismo è una malattia con forti fattori genetici, come la ricerca pare stia confermando, esistono bambini che nascono già predisposti e altri che invece nascono liberi dall’incubo. La novità è che i bimbi a forte rischio autistico possono trarre benefici se prendono il latte dal seno di mamma.

Il latte materno, infatti, grazie alle sue sostanze nutritive e immunitarie ma anche grazie al contatto stretto con la madre renderebbe il cervello di questi bimbi più aperto agli altri, più socievole. E questo, in una malattia come l’autismo che tende a isolare, è una preziosa mano di aiuto per evitare i sintomi peggiori. Ciò deriva dallo studio del Max Planck Institute di Lipsia, pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences”.
Dopo aver analizzato le reazioni di neonati di 7 mesi davanti a espressioni facciali più o meno allegre e amichevoli, si è visto che i bimbi autistici ma allattati al seno si soffermavano sulle facce più a lungo, proprio come i bimbi sani. Invece i piccoli autistici che non erano stati allattati dalla mamma dimostravano già scarso interesse verso “l’altro”. Tutto merito dell’ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, che passa da madre a figlio con il latte? O è merito del rapporto speciale tra i corpi che si stabilisce con la mamma? Lo sapremo solo quando ulteriori studi potranno confermare questa ricerca tedesca, certamente però i risultati positivi ci sono e si vedono nella crescita.

admin

x

Guarda anche

In cerca di un donatore per bimba con rarissima leucemia

Una bimba italiana di soli 3 anni e già impegnata in una guerra terribile e ...

Condividi con un amico