Home » Benessere » Studio italiano individua il momento della formazione del diabete in corpo

Studio italiano individua il momento della formazione del diabete in corpo

I ricercatori della Società Italiana di Diabetologia e dell’Università di Verona hanno fatto una scoperta molto importante nell’ambito dello studio del diabete. In pratica, sono riusciti a “fotografare” il momento dello sviluppo del diabete 2 nel corpo di un adulto. In Italia soffrono di questa malattia circa 4 milioni di persone e lo stile di vita esagerato di molti rischia di far salire ancora le statistiche.

Capire per tempo quando ci si ammala di diabete è una marcia in più per la cura, per evitare quelle complicazioni gravi che possono portare a ciecità, amputazioni, ictus, tumori e al coma. L’esperimento di Verona ha seguito 700 persone (uomini e donne) i quali al momento della diagnosi da diabete avevano già una compromissione della produzione di insulina (90%) e una minore sensibilità all’insulina (88%). Solo pochi (8%) presentavano insulinoresistenza. Ancora meno (1,4%) non mostrava alterazioni particolari associate alla malattia.

Vari tipi di pazienti con vari tipi di problemi, dunque il diabete 2 è un rischio multiplo, per questo è difficile da diagnosticare per tempo. Ma per questo è importante aver capito come si forma e averlo “immortalato”. Da qui parte la ricerca per un’unica soluzione. Caratterizzare le componenti patogenetiche al momento della diagnosi è il modo migliore per trovare la strategia terapeutica giusta, evitando errori, cure inefficaci e ricadute. I farmaci anche per il diabete dovranno essere sempre più personalizzati e grazie allo studio italiano la strada verso questo obiettivo ora è spianata.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico