Home » Benessere » Il caffé ci tiene svegli… ecco perché

Il caffé ci tiene svegli… ecco perché

Un nuovo studio scientifico ci invita a combattere il “jet lag” con il caffé. Quando affrontate dei voli intercontinentali che sconvolgono il ritmo del vostro sonno, passate i primi giorni della vacanza a riprendervi… invece se bevete subito caffé, all’arrivo, dormirete più tardi e ritroverete l’equilibrio sonno-veglia perduto.

Ma come mai il caffé ci rende svegli, vivaci e a volte anche troppo agitati? Una ricerca pubblicata “Science Translational Medicine” analizza scientificamente il fenomeno di questa bevanda, usando anche dei test su animali e sull’uomo. Si è confrontato il risultato del test sui topi con quello svolto su 5 volontari umani, durato 7 settimane e che prevedeva l’assunzione di caffeina (200 mg) tre ore prima di andare a dormire oppure di un placebo, a loro insaputa.
Le misurazioni e le analisi che sono seguite hanno dimostrato che dopo aver preso la caffeina l’ormone del sonno ritardava la propria azione di circa 40 minuti. Il tutto è dovuto al lavoro della molecola cAMP che si lega ad alcuni recettori del sonno e ci consente di riposare la notte. Se questo lavoro viene interrotto, come avviene quando si assume del caffé, il sonno si attiva in ritardo. E dato che lo stesso effetto fa aumentare l’adrenalina in corpo, ciò spiega come mai tanta vivacità e voglia di muoversi, al punto da riuscire perfino a studiare di notte, tanto lontana è la sensazione di stanchezza.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico