Home » Benessere » Staminali contro la SLA. Il test italiano funziona

Staminali contro la SLA. Il test italiano funziona

In principio fu Stamina, la discutibilissima “cura a base di staminali” ideata da Davide Vannoni che però senza alcuna sperimentazione e senza badare alle singole esigenze del paziente tentava di curare tutto, specialmente le malattie degenerative. Oggi, un’altra cura a base di staminali, ma scientificamente approvata e sperimentata pare curi quelle malattie davvero.

In particolare si sono dimostrati positivi i risultati dei primi 18 trapianti di cellule staminali cerebrali su malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA) eseguiti dal professor Angelo Vescovi con almeno tre casi di miglioramento neurologico. Adesso si attende la pubblicazione dei risultati e la sperimentazione su vasta scala, partendo da 70 persone, che avrà luogo nel 2016. La prima fase oggi conclusa riguardava la sicurezza della cura e la sua efficacia.

La sperimentazione finora condotta si è svolta secondo le regole imposte dalla European Medicine Agency in collaborazione con l’italiana AIFA e le staminali sono state prelevate da feti prodotti da aborti spontanei. Il cammino è ancora lungo e il professor Vescovi non lo nasconde. Lo studio va ancora valutato e confermato da ulteriori studi e test, ma se i risultati confermassero i primi ottenuti potremmo essere molto vicini alla risoluzione della SLA e di altre malattie degenerative del cervello.

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico