Home » Benessere » La felicità arriva a 50 anni (e non per merito del denaro)

La felicità arriva a 50 anni (e non per merito del denaro)

La vera felicità arriva dopo i 50 anni. Ce lo rivelano gli studiosi australiani dell’Institute of Family Studies esaminando e intervistando 27.000 persone di età compresa tra 15 e 90 anni. Lo studio è durato 12 anni e verteva sul comprendere cosa e come donasse soddisfazione ai soggetti. Tra le osservazioni però è venuto fuori un altro dato, ovvero il “quando”.

Fino a poco tempo fa si diceva che i 20 anni erano l’età del godere, i 30 l’età del fare e i 40 l’età di raccogliere i frutti e goderseli. Oggi, anche per colpa della crisi, l’età dei 40 non fa più godere niente anzi… forse è l’età in cui si comincia a lavorare! Allora il nucleo della soddisfazione umana si è spostato e oggi si può dire che sono i cinquantenni i più felici e soddisfatti. Lo studio ha detto a chiare lettere che l’insoddisfazione diminuisce in rapporto all’aumento dell’età: i ventenni non sono mai contenti, mentre a 50 anni la gente si dichiara “felice”.

E non solo: sia che si siano realizzati tutti i sogni, sia che siano rimasti incompiuti, la soddisfazione è sicura e va aumentando fino e oltre i 60 anni di età. E qui crolla un altro mito: non sono i soldi a fare la felicità. Gli intervistati hanno motivato la loro soddisfazione con “sistemazione dei figli”, “invecchiare insieme al partner”, “viaggiare”, “salute” … il denaro, che fosse poco o molto, non veniva considerato in sede di intervista, sebbene rimanesse implicito: è ovvio che se i figli sono sistemati e tu ami viaggiare è perché hai una certa sicurezza economica alle spalle!

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico