Home » Benessere » In Italia di tumore si muore molto meno

In Italia di tumore si muore molto meno

Buone notizie, per il nostro Paese. Su una stima generale europea, qui da noi di tumore si muore sempre meno. Purtroppo ci si continua ad ammalare tanto, per colpa della sfiducia nella prevenzione, ma sono sempre di più le persone che sopravvivono grazie alle cure mirate e avanzate che sono in atto. Lo ha rivelato con orgoglio il ministro Lorenzin presentando a Roma i dati nazionali.

Nel 2015, in Italia, sono stati diagnosticati circa 194.400 nuovi casi di tumore negli uomini e 168.900 nelle donne. Cifre che suggeriscono come tutto sommato, nonostante ci si ammali ancora, si è rimasti stabili nel tempo. Merito -se volete- anche dell’invecchiamento della popolazione, dato che l’età avanzata porta a un rallentamento delle malattie o comunque a una loro comparsa più tardiva. Ma tra i dati generici è evidente che da noi di tumore si muore meno.
Rimane primo, per statistiche, il cancro al colon-retto con quasi 52.000 diagnosi l’anno seguito -per le donne- dal tumore della mammella e per terzo il tumore al polmone. Tra gli uomini rimane sempre primo il tumore alla prostata insieme a quello alla vescica. Tra le donne, oltre quello al seno, anche il tumore all’utero. Al Nord ci si ammala di più, anche per colpa di vizi e cattive abitudini alimentari che invece al Sud sono molti di meno. A ulteriore conferma che una dieta genuina, fatta in casa, aria buona e giusta esposizione al sole aiutano il corpo a difendersi.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico