Home » Benessere » Trapani in marcia per avere la radioterapia

Trapani in marcia per avere la radioterapia

Siamo alle soglie del futuro e ancora ci sono città che devono mandare i propri abitanti altrove per un esame banale, per una terapia salvavita. E’ impensabile che la provincia di Trapani non possa usufruire di un giusto servizio che fornisca, per esempio, la preziosa radioterapia a chi soffre di tumore. Per questo è scesa in campo tanta gente alla partecipata fiaccolata organizzata ad Erice.

Nonostante le promesse del neoassessore alla salute, Gucciardi, che giura che presto Trapani avrà i fondi per un nuovo servizio di radioterapia, le persone sono scese lo stesso in strada per gridarlo a gran voce. Esiste già un ospedale che esegue la radioterapia ma da solo non ce la fa, non può smaltire le esigenze. Così serve assolutamente un secondo polo di radioterapia al “Sant’Antonio Abate”, al costo di 4 milioni di euro. Davanti alla protesta sentita, assessori e sindaci hanno dato risposte rassicuranti.

Il più attivo di tutti è stato, da sempre, il sindaco di Erice -Giacomo Tranchida- presente anche alla marcia, mentre fin troppo assente il primo cittadino di Trapani che ha delegato ai propri concittadini la partecipazione. A sua volta il direttore della locale ASP dichiara: “Metterò immediatamente in attività il mio ufficio per arrivare al più presto agli adempimenti burocratici necessari per arrivare alla gara e ringrazio l’assessore Gucciardi per l’impegno e il risultato raggiunto”.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico