Home » Benessere » AIDS, da Trento l'ultima caccia al virus con la proteina Serinc5

AIDS, da Trento l'ultima caccia al virus con la proteina Serinc5

Dite quel che volete, ma la battaglia tra la scienza e il virus HIV è emozionante come un videogioco. Non fanno in tempo i ricercatori a trovare un modo per bloccarlo, e subito il virus aggira l’ostacolo costringendoli a studiare un nuovo piano. Una caccia che dura da 40 anni e che ha avuto come vantaggio la possibilità di allungare la vita dei malati.

L’ultima arma vincente sembrava essere giunta dallo studio italiano condotto da Massimo Pizzato e dal suo gruppo di ricerca, presso il Centro per la Biologia Integrata (Cibio) dell’Università di Trento. La scoperta, cioè, della proteina Serinc5 che era in grado di aggredire “alle spalle” l’HIV e di bloccarne la proliferazione. Nascosta sulla superficie cellulare, la Serinc5 coglieva il virus di sorpresa non appena questo usciva dal nucleo per spargere le proprie cellule infette in giro. Riusciva così a bloccarlo e a fermare l’espansione della malattia. La cosa incredibile è che nell’arco di poco tempo, l’HIV ha subito trovato il modo di inibire Serinc5, con la proteina scudo Nef!

La ricerca allora si è rimessa in moto, sempre puntando su Serinc5 ma per cercare di renderla invisibile al virus, così che non possa difendersi. A dare man forte allo studio di Trento arriva anche quello della University of Massachussetts che ha ottenuto gli stessi risultati ma con metodi totalmente diversi. Si spera che unendo le forze si riesca a dare a Serinc5 l’arma giusta per sconfiggere questo nemico astuto e imbattibile, che non finirà mai di stimolare la scienza, provocandola e costringendola a combattere anche contro se stessa. Intanto la scoperta di Serinc5 ha determinato la comprensione del processo di diffusione dell’AIDS, si tratta ora di capire come fare a fermarlo in modo definitivo.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico