Home » Benessere » Cinquantasette anni fa l'impianto del primissimo pacemaker

Cinquantasette anni fa l'impianto del primissimo pacemaker

Ricorre oggi un importante anniversario per la storia della medicina: l’8 ottobre 1958, infatti, fu impiantato il primissimo pacemaker della storia su un uomo che allora aveva poco più di 40 anni -lo svedese Arne Larsson- e soffriva di gravi scompensi cardiaci. Sebbene il dispositivo come lo conosciamo noi oggi si deve all’invenzione dell’americano Wilson Greatbatch nel 1960, gli esperimenti che lo aiutarono ad arrivare all’obiettivo furono fatti nel decennio precedente in Svezia.

L’impianto del primo pacemaker al signor Larsson, infatti, si deve al dottor Ake Senning (1915-2000) cardiochirurgo con la passione per la ricerca che mise a punto e di fatto utilizzò questo primissimo modello di stimolatore elettronico del cuore. Il primo esperimento durò solo pochi giorni, prima di bloccarsi. Ma diede il via alla ricerca che portò solo due anni dopo all’invenzione di Greatbatch. Il signor Larsson, che per primo aveva avuto il pacemaker in corpo, ne dovette cambiare ben 26 nei suoi lunghi 86 anni di vita (alla fine morì per un tumore alla pelle!) ma da allora la tecnologia si è talmente evoluta che una persona, nell’arco di una vita, forse dovrà cambiarne solo cinque.

Inoltre, se inizialmente il pacemaker era uno strumento esterno che si notava e ingombrava il malato nella sua vita quotidiana, oggi sono macchinari minuscoli, che si nascondono sotto la pelle e che di recente non hanno nemmeno bisogno di cavi… comunicano col cuore grazie a un modernissimo sistema wireless (senza fili) che stimola il ritmo giusto a distanza. Chi indossa un pacemaker oggi può vivere normalmente, fare sport, fare il bagno … solo deve stare attento alle onde magnetiche e usare con cautela i cellulari che possono ancora interferire col dispositivo.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, fertilità maschile messa a rischio dal rumore

La fertilità maschile messa a rischio dal rumore. L’allarme arriva da uno studio condotto dall’università ...

Condividi con un amico