Home » Benessere » Neurologi italiani a congresso per capire meglio Alzheimer e SLA

Neurologi italiani a congresso per capire meglio Alzheimer e SLA

Qual è la sfida maggiore dei neurologi di tutto il mondo? Se ne parlerà in Italia, presso il 46° congresso della SIN (Società Italiana di Neurologia) che si svolgerà a Genova dal 10 al 13 ottobre. I medici neurologi italiani si confrontano tra loro e con i colleghi stranieri per capire i progressi fatti e quelli ancora da fare nella lotta contro le malattie neurodegenerative, soprattutto.

Il sogno di tutti, ovviamente, sarebbe migliorare le diagnosi al punto che si possa capire e fermare una malattia prima ancora che si presenti. In questa direzione in effetti va la ricerca sull’Alzheimer e quella sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Per il primo, grazie alle nuove tecniche non invasive si riesce a studiare finalmente il processo di formazione delle placche nel cervello sui pazienti viventi. Prima si doveva attendere la loro morte per “aprire” il cranio e vedere. Oggi invece si può anticipare di molto ogni mossa e la speranza è quella di riuscire anche a fermare la degenerazione.

Per la SLA non esiste ancora una cura, ma il problema principale è che viene diagnosticata sempre in ritardo. Anticipare la diagnosi già di un anno potrebbe comunque aiutare i pazienti a entrare nei programmi di studio e sperimentazione in anticipo e quindi avere qualche risultato in più sulla gestione della malattia, e con essa sulla ricerca di una cura. Allo studio del congresso anche il Parkinson, ovviamente, con le nuove tecniche di indagine che studiano perfino la fase REM del sonno pur di capire i segnali per tempo. E ovviamente si parlerà anche di ictus, un dramma che tocca 200.000 persone ogni anno, con il 30% di essi che dovrà convivere per sempre con conseguenze invalidanti. Ci sarà spazio anche per le discussioni sulle tecniche con le cellule staminali per curare la sclerosi multipla.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico