Home » Benessere » Primo "lavaggio del sangue" contro ogni allergia

Primo "lavaggio del sangue" contro ogni allergia

E’ accaduto in Italia, all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma per la prima volta al mondo. Una tecnica conosciuta ma finora usata per altre e più gravi patologie, ma quella del piccolo Michele di 7 anni stava diventando una malattia impossibile da gestire. Questo bambino era allergico a TUTTO. Polvere, insetti, cibo, erba, vernici, odori… non poteva più uscire di casa. E anche in casa la vita era relegata a una bolla asettica.

Nessun farmaco riusciva a fermare il problema, nessuna cura sembrava efficace. E gli shock anafilattici che lo avevano portato in fin di vita al Pronto Soccorso non si contavano più. Da qui la decisione dei medici del “Bambino Gesù” di procedere con questa tecnica che consiste nel risucchiare via tutto il sangue, man mano “pulirlo” con l’aiuto di una macchina, e inserirlo di nuovo nel corpo privo di agenti nocivi. Si chiama plasmaferesi e si applica di solito nei trapiantati, nei malati di patologie autoimmuni per evitare rigetti e crisi. Nel piccolo Michele la tecnica ha ripulito di fatto il sangue dall’eccesso di anticorpi dato dalle allergie, che attaccavano lo stesso organismo invece di proteggerlo.

I primi risultati dicono che la tecnica ha funzionato. Il bambino, infatti, oggi è tornato a uscire di casa e non ha ancora avuto problemi col mondo esterno. Si sta pensando seriamente di riportarlo a scuola, una vera “conquista” che per lui significherebbe molto… non solo per l’istruzione ma per la possibilità di interagire con altri coetanei senza sentirsi più solo. Ora che si è spianata questa strada, l’idea incoraggiante è che si potrebbe tentare questa tecnica con altri problemi del sangue e con lo stesso successo.

admin

x

Guarda anche

Come godersi la montagna senza soffrire

Ci sono persone che in estate, invece del caldo della spiaggia, cercano il fresco. Sono ...

Condividi con un amico