Home » Benessere » Le cinque mosse anti-tumore dell'autopalpazione maschile

Le cinque mosse anti-tumore dell'autopalpazione maschile

Non è tra i tumori che uccidono di più (mortalità intorno al 5%) ma è tra i più diffusi e il danno che provoca, al di là della mortalità, è l’impossibilità di condurre una sana vita sessuale e la difficoltà di condurre una vita normale. Per questo è sempre bene scoprire per tempo il tumore al testicolo e riconoscere i sintomi prima del medico.

Anche perchè troppi uomini disertano le utilissime visite dall’andrologo proprio per l’imbarazzo di sentirsi toccati proprio lì. Ed è per questo che i medici stessi invitano all’autopalpazione, il controllo personale da fare con le proprie mani senza imbarazzo alcuno e soprattutto con la consapevolezza di essere i soli a conoscere davvero bene quella parte del proprio corpo. L’autopalpazione -come quella del seno per le donne- può salvare la vita.

Per farla bene occorrono solo cinque facilissime regole: la prima, farla subito dopo un bagno caldo o al mattino presto, ovvero quando l’organo genitale maschile è ben rilassato. Secondo passo, imparare a riconoscere la forma del testicolo e la sua consistenza sotto le dita. Terzo passo, esaminare il testicolo usando delicatamente pollice e indice, come un leggero massaggio. Quarto, imparare a riconoscere le anomalie ovvero i noduli, che possono essere duri o morbidi, quasi sempre di forma tonda. Quinto step, la costanza: eseguire l’autopalpazione una volta al mese senza dimenticarlo mai.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico