Home » Benessere » "Ti picchia perché gli piaci", disse l'infermiere alla bambina

"Ti picchia perché gli piaci", disse l'infermiere alla bambina

Forse non voleva dirlo in quel senso, forse si riferiva soltanto al fatto che i maschietti amano giocare pesante con le bambine che sono loro simpatiche. Ma in un’era di violenza sulle donne, questo infermiere americano si è ritrovato al centro di una bagarre che non finisce mai. E’ successo in un ospedale dell’Ohio, negli Stati Uniti.

Al pronto soccorso viene ricoverata una bambina di 4 anni ferita da un compagnetto di asilo che le aveva sferrato un pugno durante un gioco. L’infermiere che ha curato la bimba ha anche scherzato con lei e tra le altre cose ha detto: “Scommetto che è innamorato di te”. Un modo ingenuo di sdrammatizzare, un modo forse poco chiaro di dire quello che tutti pensiamo: maschi e femmine, all’asilo, si odiano … ma se un bambino odia tanto una femminuccia da starle sempre addosso forse in realtà è perché ama starle vicino. Detto in parole semplici, come lo ha detto l’infermiere, però questo può essere equivocato.

E di fatti ha recepito male il messaggio la signora Merrith Smith, madre della piccola, che ha riportato il dialogo su facebook e ha spiegato la sua rabbia con le parole: “L’idea che passi il messaggio che fare del male a qualcuno significhi volergli bene è inaccettabile”. Non ha tutti i torti, dato che la malattia mentale che spinge certi uomini a picchiare o uccidere le donne è basata su “l’amavo troppo”. Educare i bambini ad accarezzare chi si ama, non a picchiarlo, è il primo passo verso quella sana concezione dell’amore che non deve mai includere le botte. A qualsiasi età.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico