Home » Benessere » Uno studio italiano trova il modo di fermare il tumore cerebrale

Uno studio italiano trova il modo di fermare il tumore cerebrale

Uno studio italiano, dell’università La Sapienza di Roma, una malattia terribile (il tumore cerebrale infantile medulloblastoma) e una scoperta che rivoluziona tutto e che aumenta le speranze di chi vede il proprio bambino soffrire ogni giorno. Un approccio terapeutico che non sarà più soltanto chirurgico ma anche supportato dai farmaci. E’ questa la novità, il cosiddetto “stop molecolare”.

Quel tipo di tumore cerebrale, nella maggior parte dei casi esaminati, viene scatenato dal cattivo funzionamento della “via di Hedgeghog”, un processo che si può paragonare al domino dove però le pedine sono molecole che senza controllo scatenano l’eccessiva proliferazione e la migrazione delle cellule nervose. Per questo il medulloblastoma è un tumore che avanza velocemente e che si affronta con molta difficoltà al punto che si deve per forza intervenire col bisturi. Ma avendo capito qual è la causa scatenante le cose cambiano.

I test sugli animali hanno dimostrato che grazie a una semplice terapia farmacologica si può intervenire sulla “via di Hedgeghog” eliminando l’anomalia e spingendo le cellule nervose a bloccare la proliferazione. In questo modo, nelle cavie, la malattia si è addirittura arrestata. Ora si spera di poter ripetere questo successo nell’uomo non solo perché così si salverebbe la vita a tanti bambini ma perché, con questo stesso principio, si potrà provare a fermare anche tumori più diffusi come quello al polmone, al seno, al colon e al pancreas.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico