Home » Benessere » Il diabete spiegato ad africani e cinesi

Il diabete spiegato ad africani e cinesi

Se pensate che barcamenarsi tra leggi e ticket del nostro sistema sanitario sia uno stress, immaginate come deve sentirsi un immigrato che arriva da Paesi in cui un sistema sanitario a volte nemmeno esiste e deve riuscire a capire quello italiano… pur non parlando italiano! Il 60% degli immigrati di prima e seconda generazione in Italia, dichiara di avere grossi problemi a riguardo e il 6,9% di loro soffre di diabete.

Il diabete tra gli immigrati è molto più diffuso che tra noi italiani, sia perché alcuni vengono da zone dove è molto comune (India, Sud America) sia perché altrove non ci sono le giuste informazioni sulla malattia che spesso è legata all’alimentazione. Gli stranieri con diabete, infatti, sono molto giovani…hanno meno di 60 anni e si aggravano perché non capiscono come curarsi. Ecco perché nasce l’idea «Diabete per capirsi» .

Un progetto informativo semplice e veloce, costituito da schede illustrate e corredate dal testo in 15 lingue diverse che non solo spiega cosa sia il diabete e come si evita o si cura, ma spiega anche come funzionano le cure in Italia, come muoversi tra medici, centri e burocrazia. Sul sito sono a disposizione anche alcuni mezzi utili per imparare ad alimentarsi bene, come il dietometro e un ricettario che illustri le ricette tipiche della terra di quell’immigrato in particolare e quali vanno evitate e quali no.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico