Home » Benessere » Oggi la Giornata Europea contro la Depressione

Oggi la Giornata Europea contro la Depressione

Lo chiamano “il male oscuro” perché non sembra una vera malattia ma lo è. Perché non si sa cosa la genera e come si cura, ma la ricerca è molto attiva in questo campo. In tutto il mondo colpisce 350 milioni di persone, in Europa 30 milioni e non ci sono limiti di età o cause precise: la depressione, questo mostro sconosciuto, può venire dopo un lutto o anche nella miglior famiglia benestante e priva di problemi. Oggi una giornata internazionale europea ce lo ricorda.

Tante le iniziative che come sempre mirano a informare, ad aiutare e a raccogliere fondi. Nel caso della depressione è più che importante informare perché spesso i sintomi sono confusi con capricci, problemi adolescenziali o malumori momentanei. Quando si capisce la gravità della cosa spesso è tardi e avviene quasi sempre dopo un tentativo di suicidio. Un po’ anche per la ritrosia di molte famiglie a mandare un loro caro dallo psicanalista, considerato ancora da troppi come “il medico dei matti”. Invece è un aiuto molto prezioso.

Dopo che si inizia la cura, però, un altro ostacolo è dato dall’abbandono del paziente. Non appena si sente meglio, questi tende a non andare più alle sedute né a prendere le medicine, non comprendendo che invece il cammino è molto lungo e interromperlo a metà strada è solo dannoso. In Italia, le persone che seguono la cura in modo costante sono solo il 20%, il 50% la sospende dopo i primi tre mesi e il 70% non arriva a un anno di terapia. Se si considera che per avere i primi risultati positivi occorrono almeno 5 anni di sedute, che poi variano da persona a persona, si comprende come la cosa sia sottovalutata al massimo. La depressione uccide: chi ne è colpito si sente, anche senza motivo alcuno, senza speranza, senza poteri né risorse, completamente impotente difronte alla vita e alle persone, privo di energia e di voglia di fare qualsiasi cosa, incapace di provare piacere ma anche dolore … cosa che spiega il perché di molti casi di autolesionismo e di suicidio.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico