Home » Benessere » Alzheimer, dagli Usa un test per rivelarlo in anticipo

Alzheimer, dagli Usa un test per rivelarlo in anticipo

A breve potrebbe bastare un esame del sangue per prevedere l’Alzheimer con un anticipo di 8-10 anni sulla comparsa dei sintomi. Il test è oggetto di studio di un gruppo di ricercatori della Rowan University School of Osteopathic Medicine di Stratford (Usa). L’Alzheimer è la forma più comune di demenza, che porta con sé, tra le tante conseguenze, anche la perdita di memoria: i più a rischio sono gli over 65, ma esiste una casistica del 5% di casi di malattia precoce, che può apparire tra i 40 e i 50 anni. In America, ne soffrono 5,3 milioni di persone e i ricercatori prevedono che questo numero aumenti del 40% nel corso dei prossimi dieci anni. Gli studiosi della Rowan University School of Osteopathic Medicine di Stratford si stanno concentrando su due anticorpi, che potrebbero essere utilizzati come biomarcatori del sangue in grado di rilevare la presenza e lo stadio d’avanzamento dell’Alzheimer.

Il team pensa di avere un test diagnostico fruibile a breve, con un tasso di precisione superiore al 95 per cento. “Stiamo lavorando il più velocemente possibile”, ha detto Robert Nagele, professore della Rowan SOM e biologo cellulare, annunciando che il gruppo conta di pubblicare lo studio entro i prossimi due mesi. Il test potrebbe essere utile nell’individuazione anche di altre malattie, come il Parkinson, la sclerosi multipla e il cancro al seno. “Ci sono vantaggi significativi nella rilevazione precoce della malattia – ha spiegato  Nagele – perché ora sappiamo che molte delle condizioni che portano a sviluppare malattie vascolari sono anche importanti fattori di rischio per l’Alzheimer. Persone affette dalla malattia possono adottare misure per migliorare lo stato di salute vascolare, tra cui la dieta, l’esercizio fisico, la gestione di eventuali problemi di peso e la pressione del sangue”.

admin

x

Guarda anche

Il rimedio contro la sclerosi multipla è forse nell’intestino

Il nostro intestino è un universo incredibile di vita. Convivono micro organismi “buoni” e altri ...

Condividi con un amico