Home » Benessere » Ignorano i forti dolori. Donna incinta muore a Milano

Ignorano i forti dolori. Donna incinta muore a Milano

Tutto comincia venerdì 16 ottobre, quando una donna incinta all’8° mese si presenta alla clinica San Pio X di Milano con dolori addominali e lombari. Dolori che possono significare tutto o niente, ma non quando sei in avanzato stato di gravidanza. La visita è d’obbligo e a quanto pare è stata fatta dai medici di turno, che poche ore dopo rimandano la signora a casa.

Sembra tutto rientrato salvo che, nel corso della notte, i dolori aumentano. La situazione crolla all’alba di sabato, quando la donna perde conoscenza e il marito chiama un’ambulanza che la porta al Niguarda. Inutili durante il trasporto le manovre di rianimazione, la morte sopraggiunge immediata. Pochi minuti dopo muore anche il bimbo che portava in grembo, nonostante l’intervento chirurgico eseguito più in fretta possibile proprio per salvarlo. Non era troppo prematuro, sarebbe potuto sopravvivere.

I dolori ignorati o non ben esaminati erano una grave emorragia uterina causata dalla rottura della sacca, per cui il bambino è morto quasi subito e la mamma per dissanguamento durante la notte. Un errore non da poco, per gli operatori della San Pio X, che ora sono sotto inchiesta. Le forze dell’ordine hanno sequestrato la cartella clinica della donna e ci saranno approfondimenti sulle ultime ore di vita, soprattutto su come sono state condotte le visite. Allo stesso tempo si cercherà di capire se la signora avesse altre patologie in atto che possano aver causato la rottura dell’utero.

admin

2 commenti

  1. articolo scritto da chi vuole parlar male della sanità senza averne gli elementi, si parla di errori ma nessuno ha ancora detto che ci siano stati errori. anche perchè dall’articolo sembra che l’emorragia fosse in atto al momento della visita in s.pio x cosa che ovviamente non era possibile. la rottura dell’utero può avvenire improvvisamente e i dolori negli ultimi mesi capitano frequentemente, di certo non si posso ricoverare tutte le donne con dolori se la visita è negativa ed il feto sta bene!

    • Grazia Musumeci

      Se avesse letto più spesso i miei articoli saprebbe che nessuno più di me difende la sanità a spada tratta. Sono sempre a favore del lavoro importante di medici e infermieri, perchè ho medici in famiglia e so quanto e come lavorano, e l’ho scritto più di una volta. Ma per il caso in questione, le notizie erano frammentarie ed erano quelle sole che ho riportato. Se in futuro ci saranno smentite o approfondimenti sarò la prima a scriverli.

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico